La lavorazione laser della pelle

Giovedì 09 Agosto 2018

ottobre

La pelle è un materiale versatile e molto usato nel settore dell’abbigliamento, dell’arredo e dell’automotive. Mediante il taglio laser si ottengono dei risultati pregevoli, curati e duraturi nel tempo. Ciononostante la lavorazione della pelle con il laser presenta anche delle difficoltà, che comunque siamo in grado di gestire con i nostri strumenti.

La decorazione, marcatura, taglio e traforo laser della pelle si inseriscono nella fase del ciclo produttivo definita rifinizione, che va poi a conferire il risultato visivo e tattile finale. Ciò dipende dalla concia utilizzata, dalla pelle e anche dalle eventuali rifinizioni già presenti. Il laser si colloca infatti all’ultimo posto tra tutte le operazioni di rifinizione. Grazie alla collaborazione con aziende specializzate del settore, sono state messe a punto alcune tecniche per conferire alla pelle un aspetto e una mano particolare. Ogni operazione viene svolta per esaltare l’aspetto naturale di questo materiale e per farne risaltare la morbidezza.

Inoltre, tramite degli avanzati sistemi di pulizia, è possibile togliere lo sporco e eliminare l’odore causato dalla lavorazione laser.

Questa procedura viene svolta attraverso processi chimici e meccanici:


  • sbattitura per eliminare le particelle di sporco
  • sostanze chimiche che neutralizzano l’odore in maniera permanente

La lavorazione della pelle è un processo molto complesso e delicato e ciò è dovuto alla natura organica di questo materiale, che quindi deve essere maneggiato e impiegato con cura.